< indietro                                          Lo Statuto

STATUTO
DELL'ASSOCIAZIONE REGIONALE ESERCENTI BED & BREAKFAST, AFFITTACAMERE
E APPARTAMENTI USO TURISTICO DELLA SICILIA

 

      ARTICOLI

ART. 1)  COSTITUZIONE ART. 17) - RIUNIONI
ART. 2) SEDE ART. 18) - ELEZIONE DEL PRESIDENTE
ART. 3) DURATA ART. 19) - COMPITI DEL PRESIDENTE
ART. 4) SCOPI Art. 20) - ELEZIONI E COMPITI DEL VICEPRESIDENTE
ART. 5) - REQUISITI DEI SOCI ART. 21) - ELEZIONI E COMPITI DEL SEGRETARIO
ART. 6) - AMMISSIONE DEI SOCI ART. 22) - ELEZIONE E COMPITI DEL TESORIERE
ART. 7) - PERDITA DELLA QUALIFICA DI SOCIO - RECESSO ART. 23) - ELEGGIBILITA'
ART. 8) - QUOTE SOCIALI ART. 24) - ENTRATE DELL'ASSOCIAZIONE
ART. 9) - SONO ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE ART. 25) - DURATA DEL PERIODO DI CONTRIBUZIONE
ART. 10) - PARTECIPAZIONE ALL'ASSEMBLEA ART. 26) - DIRITTI DEI SOCI AL PATRIMONIO SOCIALE
ART. 11) - CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA ART. 27) - INIZIO E FINE ESERCIZIO
ART. 12) - COSTITUZIONE E DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA ART. 28) - SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE
ART. 13) - VOTAZIONI ART. 29) - REGOLAMENTO INTERNO
ART. 14) - COMPITI DELL'ASSEMBLEA ART. 30) - CONCLUSIONI
ART. 15) - COMPOSIZIONE GIUNTA
ART. 16) - COMPITI DELLA GIUNTA

 

COSTITUZIONE - SEDE - DURATA - SCOPI

ART. 1) - E' costituita in Palermo tra i comparenti l'Associazione Regionale di categoria degli esercenti Bed and Breakfast, Affittacamere e appartamenti ad uso turistico della Sicilia denominata "AREBBA SICILIA" per riunire e rappresentare la categoria sotto gli aspetti giuridico, organizzativo, tecnico e professionale. Essa è retta dal presente Statuto e dalle vigenti norme di legge in materia.

ART. 2) - L'Associazione ha sede in Palermo in via Via Cavour n° 117;

ART. 3) - La durata è illimitata salvo le cause di estinzione di cui all'art. 27 del Cod. Civ.

ART. 4) - L'associazione ha i seguenti scopi:

- Favorire la diffusione dell'ospitalità turistica di tipo familiare in Sicilia sfruttando, alternativamente ai principali circuiti turistici, le risorse territoriali, e la conseguente salvaguardia e conservazione del territorio;

- La rappresentanza degli operatori del settore, la tutela dei loro interessi morali, economici e culturali, la tutela giuridica degli interessati per l'assistenza legale qualificata e specializzata sia preventiva che successiva;

- La salvaguardia dell'immagine professionale ed il consolidamento del rapporto di credibilità tra operatore e pubblico;

- Definire standard di qualità per il settore;

- La promozione di ogni iniziativa, diretta ad incrementare la produttività dei soci, favorendone lo sviluppo in ogni forma attraverso la formazione, l'aggiornamento, l'assistenza gestionale e fiscale, l'attività consortile, l'attività di marketing e co-marketing e quanto possa essere d'interesse dell'intera categoria;

- La promozione attraverso la partecipazione a borse, fiere, workshop ed educational tours;

- La promozione e la diffusione di itinerari tematici, artistici, culturali, ambientali, del benessere, del termalismo e quant'altro atto a favorire lo sviluppo del settore turistico in Sicilia;

- Creare un sito Web ed un circuito siciliano, con relativo marchio B & B regionale, per diffondere l'offerta e convogliare la domanda di alloggi tra gli associati ;

- La stampa e la distribuzione di bollettini, depliant informativi, da diffondere fra gli associati e sui mercati nazionali ed internazionali;

- Realizzare progetti su aree geografiche specificatamente individuate per uno sviluppo del turismo sostenibile ed eco sostenibile;

- Aderire ad organismi nazionali ed internazionali del settore con uguale scopi;

- Monitorare gli associati affinché osservino le norme comportamentali incluse nel regolamento interno e nel codice deontologico dell'associazione, per la protezione della reputazione e del prestigio della categoria risolvendone le controversie che dovessero insorgere tra i soci oppure tra l'associazione ed i soci;

L'associazione potrà inoltre ricevere contributi e sovvenzioni di qualsiasi natura da enti locali quali Comuni, Province o Regioni, nonché da enti nazionali ed internazionali, E offrire la propria assistenza e consulenza in ognuno dei campi in cui svolge la propria attività. Per la realizzazione e lo svolgimento della propria attività l'associazione può su delibera della Giunta Esecutiva:

- prendere in affitto e/o in gestione e/o in acquisto locali diversi dalla sede sociale;

- acquistare attrezzatura e mezzi necessari alle attività sociali;

- acquistare e/o gestire sotto qualsiasi forma ( affitto, enfiteusi, comodato, ecc.) immobili sia pubblici che privati;

- compiere tutte le operazioni di ordine tecnico, bancario, finanziario, mobiliare ed immobiliare, di locazione e di leasing, aprire conti correnti bancari con facoltà di fido;


Tutti i proventi realizzati dall'Associazione dovranno essere destinati agli scopi dell'Associazione stessa che non può e non potrà mai avere scopo di lucro.

 


 

SOCI

ART. 5) - REQUISITI DEI SOCI
Possono diventare soci dell'Associazione cittadini italiani o stranieri residenti in Italia e non, titolari di imprese e aziende costituite in qualunque forma giuridica in possesso dei requisiti previsti dal regolamento interno e secondo le modalità da questo stabilite, Associazioni e Circoli aventi attività e scopi non in contrasto con quelli della presente associazione ed infine enti pubblici e privati aventi uguali finalità e scopi sociali.
I soci saranno qualificati in tre categorie distinte:

- Soci fondatori: sono soci fondatori le persone, le società, gli enti che hanno partecipato alla costituzione dell'associazione e quelli, che per particolari motivi, verranno ammessi come tali con delibera dell'assemblea straordinaria dei soci fondatori. Essi hanno diritto di voto deliberativo;

- Soci ordinari: sono soci ordinari le persone e le società appartenenti al settore ed hanno diritto al voto deliberativo;

- Soci sostenitori: sono soci sostenitori le persone, le società, gli enti che per la loro personalità e sensibilità o per aver contribuito finanziariamente hanno sostenuto l'attività della associazione e la sua valorizzazione e non hanno diritto di voto deliberativo.


ART. 6) - AMMISSIONE DEI SOCI
L'ammissione dei soci avviene su domanda degli interessati e dietro presentazione dei requisiti richiesti dal regolamento interno. L'accettazione delle domande per l'ammissione dei nuovi soci è deliberata dalla Giunta Esecutiva.
Le iscrizioni decorrono dall'1 gennaio in cui la domanda è accolta.
Il socio ammesso si impegna al rispetto delle risoluzioni prese dai suoi organi rappresentativi, al rispetto del regolamento interno e del codice deontologico e secondo le competenze statutarie.

ART. 7) - PERDITA DELLA QUALIFICA DI SOCIO - RECESSO
La qualifica di socio può venir meno per i seguenti motivi:
a) per lo scioglimento dell'Associazione, su delibera dei soci;
b) per dimissioni, da comunicarsi per iscritto almeno tre mesi prima dello scadere dell'anno con lettera raccomandata;
c) per delibera di esclusione della Giunta Esecutiva per motivi di incompatibilità, per aver contravvenuto alle norme ed obblighi del presente statuto e del regolamento, per il venir meno dei requisiti o per altri motivi che comportino indegnità; a tale scopo la Giunta Esecutiva procederà entro il primo mese di ogni anno sociale alla revisione della lista dei soci.
d) Per ritardato pagamento dei contributi dovuti oltre trenta giorni dalla scadenza
ART. 8) - QUOTE SOCIALI
La tassa di ammissione (una tantum) e le quote sociali annuali verranno stabilite dalla Giunta Esecutiva con le modalità previste dal Regolamento Interno dell'Associazione.

ART. 8) - QUOTE SOCIALI
La tassa di ammissione (una tantum) e le quote sociali annuali verranno stabilite dalla Giunta Esecutiva con le modalità previste dal Regolamento Interno dell'Associazione.

ART. 9) - SONO ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE:
- L'Assemblea dei soci fondatori e ordinari;
- La Giunta Esecutiva;

 



ASSEMBLEA

ART. 10) - PARTECIPAZIONE ALL'ASSEMBLEA
L'Associazione nell'assemblea ha il suo organo sovrano. Hanno diritto a partecipare all'assemblea sia ordinaria che straordinaria i soci fondatori che ordinari. L'assemblea viene convocata in via ordinaria entro il 30 novembre per l'approvazione del conto consuntivo e del bilancio preventivo, per l'eventuale rinnovo delle cariche sociali.
L'Assemblea straordinaria sarà convocata tanto in sede ordinaria che straordinaria:
a) per decisione della Giunta Esecutiva;

ART. 11) - CONVOCAZIONE DELL'ASSEMBLEA
Le assemblee ordinarie e straordinarie sono convocate, con preavviso di almeno 30 giorni dal Presidente o, in caso di inadempimento dalla Giunta Esecutiva secondo quanto stabilito dal regolamento interno; in casi di urgenza, il termine di preavviso può essere ridotto a sette (7) giorni e la convocazione può essere effettuata anche a mezzo fax o telefono.

ART. 12) - COSTITUZIONE E DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA
L'assemblea in sede ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza dei due terzi (2/3) dei soci; in seconda convocazione, da tenersi un'ora dopo la prima, sarà valida qualunque sia il numero dei soci presenti anche per delega.
L'assemblea in sede straordinaria è validamente costituita sia in prima che in seconda convocazione con la presenza di almeno i due terzi dei soci fondatori e ordinari.
E' ammesso l'intervento per delega da conferirsi per iscritto esclusivamente ad altro socio; è vietato il cumulo delle deleghe in numero superiore a una.
L'Assemblea è presieduta dal Presidente dell'Associazione o in caso di sua assenza, da persona designata dall'assemblea.
I verbali delle riunioni sono redatti a cura del segretario in carica o, in sua assenza, e per quella sola assemblea, da persona scelta dal Presidente dell'assemblea fra i presenti.
L'Assemblea ordinaria delibera sia in prima che in seconda convocazione con la maggioranza minima della metà più uno dei presenti.
L'assemblea straordinaria delibera, sia in prima che in seconda convocazione con la maggioranza di almeno i due terzi dei presenti.
Le deliberazioni prese in conformità allo Statuto obbligano tutti i soci anche se assenti, dissenzienti o astenuti dal voto.

ART. 13) - VOTAZIONI
L'assemblea vota normalmente per alzata di mano; su decisione del Presidente e per argomenti di particolare importanza la votazione può essere effettuata a scrutinio segreto; il Presidente può inoltre, in questo caso, scegliere due scrutatori tra i presenti.


ART. 14) - COMPITI DELL'ASSEMBLEA
All'Assemblea spettano i seguenti compiti:


In sede ordinaria
a) discutere e deliberare sui bilanci consuntivi e preventivi e sulle relazioni della Giunta Esecutiva;
b) eleggere i membri della Giunta Esecutiva;
c) deliberare su ogni altro argomento di carattere ordinario sottoposto alla sua approvazione dalla Giunta Esecutiva.
In sede straordinaria
d) deliberare sullo scioglimento dell'Associazione;
e) deliberare sulle proposte di modifica dello Statuto;
f) deliberare su ogni altro argomento di carattere straordinario sottoposto alla sua approvazione dalla Giunta Esecutiva;

 


 

GIUNTA ESECUTIVA

ART. 15) - COMPOSIZIONE
La Giunta Esecutiva è composta da un minimo di cinque membri, tra cui il Presidente, Vice Presidente, il Segretario, il Tesoriere ed un consigliere ad un massimo di sette membri, eletti fra i soci e/o non soci, dall'assemblea ordinaria a maggioranza dei voti e dura in carica due anni.
Al termine del mandato i consiglieri possono essere riconfermati.
In caso di dimissioni, decesso, decadenza, o da altro impedimento di uno o più dei suoi membri purché meno della metà, la Giunta Esecutiva ha facoltà di procedere - per cooptazione - alla integrazione della Giunta stessa fino al limite statutario.
I membri della Giunta potranno ricevere, su deliberazione dell'Assemblea, una remunerazione forfettaria annua in dipendenza della loro carica ed il rimborso delle spese effettivamente sostenute.

ART. 16) - COMPITI
La Giunta Esecutiva ha i poteri necessari per amministrare e rappresentare in tutte le circostanze l'Associazione. Questi poteri sono rappresentati dal Presidente e, in sua assenza, dal vice presidente o da un Consigliere delegato e designato volta per volta dal Presidente.
La Giunta Esecutiva svolge azioni e prende decisioni per il raggiungimento degli scopi sociali e secondo le direttive dell'Assemblea e ne rende conto alla stessa.
La Giunta Esecutiva delibera:
- sui bilanci, preventivi e consuntivi, predisposti dal tesoriere e da sottoporre alla approvazione dell'assemblea;
- delibera su ogni atto di carattere patrimoniale e finanziario che sia di ordinaria che di straordinaria amministrazione;
- delibera l'accettazione di domande per l'ammissione di nuovi soci e sull'adesione e partecipazione dell'associazione ad enti ed istituzioni pubbliche e private designandone i rappresentanti da scegliere tra i soci;
- delibera le quote di ammissione ed i contributi associativi nonché la penale per i ritardati versamenti;
- predispone il regolamento interno;
- delibera sulle altre materie previste dal presente statuto.
- La Giunta Esecutiva, nell'esercizio delle sue funzioni, può avvalersi della collaborazione di commissioni consultive o di studio composte da soci e là dove occorre da professionisti, in materie specifiche, anche fra non soci.
Le commissioni operano nei limiti del mandato affidato dalla Giunta Esecutiva.

ART. 17) - RIUNIONI
La Giunta Esecutiva si riunisce sempre in unica convocazione possibilmente una volta al mese e comunque ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario o quando lo richiedono gli altri componenti.
Le riunioni della Giunta devono essere convocate almeno sette giorni prima ed è ammessa qualsiasi forma di convocazione.
Essa è validamente costituita e delibera con la maggioranza dei suoi membri.
Le sedute e le deliberazioni della Giunta sono fatte constare da processo verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.
La Giunta è tenuta a mantenere la massima segretezza sulle decisioni e soltanto con specifica delibera ha facoltà di rendere note quelle per le quali sia opportuno e conveniente dare pubblicità.

 


 

PRESIDENTE

ART. 18) - ELEZIONE
Il Presidente viene eletto a maggioranza di voti fra i componenti della Giunta Esecutiva e rimane in carica fino al rinnovo delle cariche sociali.
In caso di dimissioni o di impedimento grave, giudicato tale dalla Giunta Esecutiva, la Giunta stessa provvede ad eleggere un Presidente sino alla successiva assemblea ordinaria.

ART. 19) - COMPITI
Il Presidente dirige l'associazione e la rappresenta, a tutti gli effetti, di fronte a terzi ed in giudizio; ha la responsabilità generale della conduzione e del buon andamento degli affari sociali.
Al Presidente spetta la firma degli atti sociali che impegnano l'associazione sia nei riguardi dei soci che dei terzi.
Il Presidente sovraintende in particolare all'attuazione delle deliberazioni dell'assemblea e della Giunta Esecutiva; può delegare, ad uno o più consiglieri, parte dei suoi compiti in via transitoria e permanente.

VICE-PRESIDENTE

Art. 20) - ELEZIONI E COMPITI
Il Vice Presidente viene eletto a maggioranza di voti fra i componenti della Giunta Esecutiva e rimane in carica fino al rinnovo delle cariche sociali.
In caso di dimissioni o di impedimento grave, giudicato tale dalla giunta Esecutiva, la Giunta stessa
provvede ad eleggere un vice Presidente sino alla successiva assemblea ordinaria.
Il Vice Presidente affianca e collabora con il presidente in tutte le sue incombenze e al caso lo sostituisce e cura la rappresentanza dell'associazione a tutti gli effetti;

SEGRETARIO

ART. 21) - ELEZIONI E COMPITI
Il segretario viene eletto a maggioranza di voti fra i componenti della Giunta Esecutiva e rimane in carica fino al rinnovo delle cariche sociali.
Cura il disbrigo degli affari ordinari, provvede alla firma della corrispondenza corrente e svolge ogni altro compito a lui demandato dalla presidenza dalla quale riceve direttive.
Il Segretario avrà cura, in particolare, di mantenere contatti, di carattere continuativo, con gli uffici pubblici e privati, gli enti e le organizzazioni che interessano l'attività dell'associazione.

TESORIERE

ART. 22) - ELEZIONE E COMPITI
Il Tesoriere dell'Associazione viene eletto a maggioranza di voti fra i componenti della Giunta Esecutiva e rimane in carica fino al rinnovo delle cariche sociali
Il Tesoriere controlla e segue la gestione amministrativa dell'Associazione e ne riferisce alla Giunta; predispone il bilancio preventivo e consuntivo da sottoporre, dopo esame della Giunta Esecutiva, all'Assemblea per la relativa approvazione.

ELEGGIBILITA'

ART. 23) - Possono essere eletti a qualunque carica i soci che abbiano presentato, presso la sede della associazione e secondo le norme stabilite dal regolamento interno, la candidatura almeno quindici (15) giorni prima della data dell'elezione.

FINANZE E PATRIMONIO

ART. 24) - ENTRATE DELL'ASSOCIAZIONE
Le entrate dell'associazione sono costituite:
a) dalla quota di iscrizione da versarsi all'atto dell'ammissione all'associazione nella misura fissata dalla Giunta Esecutiva;
b) dalle quote sociali annuali dei soci fissata dalla Giunta Esecutiva;
c) da altre contribuzioni straordinarie dei soci, deliberate dall'assemblea in relazione a particolari iniziative che richiedono disponibilità eccedenti quelle del bilancio ordinario;
d) da contribuzioni deliberate dalla Giunta Esecutiva in casi di urgenza e indifferibilità;
e) da versamenti volontari degli associati;
f) da contributi da pubbliche amministrazioni, enti locali, istituti di credito e da enti in genere;
g) da sovvenzioni, donazioni o lasciti di terzi o di associati;
h) dai proventi delle sue iniziative;
I fondi liquidi vengono depositati dal tesoriere in banche designate dalla Giunta Esecutiva dove sarà aperto un conto corrente.
I contributi ordinari devono essere pagati in un'unica soluzione entro il 31 gennaio di ogni anno.

ART. 25) - DURATA DEL PERIODO DI CONTRIBUZIONE
I contributi ordinari sono dovuti per tutto l'anno solare in corso qualunque sia il momento dell'avvenuta iscrizione da parte dei nuovi soci. Il socio dimissionario o che comunque cessa di far parte dell'associazione è tenuto al pagamento del contributo sociale per tutto l'anno solare in corso.

ART. 26) - DIRITTI DEI SOCI AL PATRIMONIO SOCIALE
Il socio che cessi per qualsiasi motivo di far parte dell'associazione perde ogni diritto al patrimonio sociale.

NORME TRANSITORIE E FINALI

ART. 27) - L'esercizio sociale inizia il 1 gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

ART. 28) - SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE
In caso di scioglimento l'assemblea designerà uno o più liquidatori determinandone i poteri.
Il netto risultante dalla liquidazione sarà devoluto, al netto dei costi per la liquidazione, secondo le indicazioni date dall'assemblea o dai liquidatori.

ART. 29) - REGOLAMENTO INTERNO
Particolari norme di funzionamento e di esecuzione del presente statuto dovranno essere eventualmente disposte con regolamento interno da elaborarsi a cura della Giunta Esecutiva.

ART. 30) - Per tutto quanto non previsto dal presente statuto si fa rinvio alle norme di legge ed ai principi generali dell'ordinamento giuridico italiano.

 

Costituzione di AREBBA SICILIA il 26/01/2004

A comporre la prima Giunta Esecutiva, che resterà in carica per un biennio vengono nominati :

- Targia Domenico Presidente

- Oddo Francesco Vice-Presidente

- Calvagna Patrizia Segretaria

- Pace Giovanni Tesoriere

- Motta Salvatore Consigliere

- Carbone Concetta Consigliere

- Targia F.Paolo Consigliere


^top^

© Copyright 2004 AREBBA