< indietro                                             Palermo

Capitale della Regione Autonoma Siciliana è situata sulla costa settentrionale della celebre "Conca d'Oro". Unisce alle attrattive artistiche ed archeologiche dei suoi monumenti, quelle squisitamente turistiche del paesaggio nel quale è inserita; ha tutte le caratteristiche della grande città moderna di soggiorno con i suoi ritrovi eleganti, i teatri, le manifestazioni artistiche e folkloristiche.
Palermo è una città di tale bellezza, ricchezza ed interesse che una visita ad essa non dovrebbe durare meno di una settimana.
Una doviziosa collana di località ed obiettivi di grande interesse turistico si estendendono tutt'intorno a Palermo, considerata la perla del Mediterraneo.
A pochi chilometri da essa, infatti ecco Monreale città di fama mondiale per il suo grandioso Duomo normanno ed il suo chiostro, tesori d'arte incomparabili, e per la sua mirabile posizione di belvedere sulla lussureggiante bellezza della Conca d' Oro e del golfo di Palermo; Bagheria che conserva, disseminate nella sua pianura, le belle ville settecentesche che un termpo furono ricercate e fastose villeggiature del patriziato palermitano; presso Santa Flavia le ben conservate rovine di Solunto fenicia prima, poi greca, poi romana, alla sommità di un colle che vede un panorama incantevole di mare; Termini Imerese con le rinomate sue acque termali celebrate da Pindaro e poco dopo le severe e imponenti rovine del Tempio di Himera innalzato agli Dei in ringraziamento per la grande vittoria degli Himeresi sui Punici cinque secoli prima di Cristo; Cefalù ridente sul mare con la più ridente delle cattedrali normanne di Sicilia ed interessanti ruderi della civiltà ellenica sovrapposti ad elementi che rimontano a più antiche civiltà primordiali e sopra Cefalù i boschi e il Santuario di Gibilmanna, singolare miramonti e miramare ad un tempo stesso.
Tutti questi luoghi si susseguono sulla costa, lungo un litorale vario e frastagliato tra i più belli d'Italia.
Nell'interno il maestoso gruppo delle Madonie svetta fino a duemila metri e offre a Piano degli Zucchi e a Piano della Battaglia ogni possibilità per gli sports alpinistici ed invernali, mentre possiede in Petralia Sottana la più frequentata località per la villeggiatura estiva. Caccamo vanta uno dei più belli e vasti castelli medioevali d'Italia, ben conservato; Godrano con la casina reale di Ficuzza ha uno dei più estesi e incantevoli boschi dell'Isola; Piana degli Albanesi è il centro più importante del costume e dei riti greco-albanesi che per l'alto valore storico e folkloristico costituiscono motivo di attrattiva per i turisti di ogni parte del mondo.
A 36 miglia dalla costa palermitana, di fronte a Capo Gallo, l'isola di Ustica, famosa per le sue meravigliose grotte di smeraldo, si culla in un mare del più intenso azzurro.
Aspra - Trabia - Casteldaccia - Carini - Terrasini - Collesano - Castelbuono - Ganci - Geraci Siculo - Isnello - Polizzi Generosa - Petralia Soprana - Corleone - Marineo - Partinico, sono altresì località sul mare, sulle colline e sui monti, che poste lungo gli itinerari turistici della zona, per il loro patrimonio artistico e paesaggistico, meritano di essere visitate.
In questa magnifica cornice, spicca fulgissima gemma, Palermo, città turistica nella sua essenza, nella sua tradizione secolare, nella sua configurazione, nella sua posizione geografica, nella straordinaria ricchezza delle sue bellezze naturali ed artistiche e delle interessanti e suntuose vestigia delle sue otto civiltà.
Palermo, nello smalto verde della sua Conca d'Oro è circondata dallo scenario aspro dei suoi monti, dominata dal duro massiccio del Monte Pellegrino che Goethe definì il più bel promontorio del mondo. Si alza poderoso e movimentato, a fianco della città, raggiungendo i 600 metri. Dalla cui vetta si scopre un panorama immenso che va fino all'Etna e alle isole Lipari, interessante è la visita del Santuario di Santa Rosalia, la venerata patrona di Palermo.
Distesa nell'arco luminoso del suo Golfo azzurro, questa città raccoglie in sè tesori inestimabili d'arte, parte dei quali conservati nel Museo Nazionale, di civiltà anteriori annientate radicalmente dalle successive conquiste.
Oltre a ciò Palermo vanta bellissime ville e parchi signorili nonché dintorni quali Mondello - Sferracavallo - Isola delle Femmine - San Martino delle Scale e cento altre località adagiate nei clivi della Conca d'Oro.
Alla dolcezza del suo clima e alla fantasmagorica policromia delle sue montagne, del suo mare e della sua flora essa unisce le attrattive della grande città di soggiorno con i suoi magnifici teatri ed eleganti ritrovi, con i suoi rinomati istituti cultirali ed artistici, con i suoi molteplici impianti sportivi, con le sue manifestazioni tradizionali e di carattere internazionale.
Nel mese di luglio dall'11 al 15 si svolge "u fistinu" in onore alla patrona
S. Rosalia, la più fastosa delle feste religiose cittadine.

Cenni storici

Divergenti sono i giudizi sulla colonizzazione fenicia e greca di Panormus.
I piu' sono per i Fenici che, dallo splendore e ricchezza delle contrade e dalla vita fiorente che vi trovarono sin dal loro approdo, l'avrebbero battezzata col nome Ziz (fiore), mentre Panormus (tutto porto) è nome greco.
I due nomi Ziz e Panormus sono testimoniati da una antica moneta che li porta incisi da ambo le facce.
Si sa anche che, per l'ampiezza del porto e la salubrità del clima, Panormus divenne centro di contese militari tra cartaginesi e greci.
(408, 406, e 391 a.C.). I Romani la resero libera e sotto l'Imperatore Augusto (20 a.C.), vi fu istituita una colonia. Vi si parlavano diverse lingue; il greco, il latino, e il punico. Si battè moneta bronzea romanizzata.
Fu successivamente presa da Gensarico, a cui successe Odoacre. Passo' quindi a Teodorico e nel 535 fu conquistata da Bellisario. Nell'anno 827 fu conquistata dai saraceni che vi stabilirono gli Emiri.
Compiuta la conquista dell'isola nel 948, gli Arabi la elevarono ad emirato di tutta la Sicilia e la abbellirono sino a farla diventare una delle piu' fastose metropoli del mondo arabo, degna di gareggiare in ricchezza e bellezza con Cordova e Il Cairo.
Nel 1072 Ruggero d'Altavilla la tolse agli Arabi assoggettandola al suo dominio. Il figlio Ruggero II, incoronato Re nel Natale 1130 nel Duomo di Palermo, la consacrava capitale del Regno di Sicilia.
Durante questo periodo raggiunse immenso splendore e potenza divenendo attivissimo centro centro di scambi commerciali con l'Europa e l'Asia. Con Federico II Hohenstaufen Re di Sicilia (1208), Palermo divenne anche un vivace centro intellettuale, riunendo nella Corte letterati, poeti e artisti; è qui che fiorisce e si afferma quella famosa scuola poetica siciliana che tanta importanza ebbe per le lettere e le arti dei primordi della nostra civiltà letteraria.
Successivamente subì l'occupazione degli Angioini, (cacciati via con i moti del Vespro, nel 1282), passò agli Aragonesi, e al Duca di Savoia nel 1713, (trattato di Ultrecht ), e successivamente nel 1720, con il trattato dell'Aia, passo' a Carlo VI d'Austria.
Dopo vari tentativi di insurrezione e rivolte popolari, sempre falliti, si giunse al 1860, che rese possibile la spedizione garibaldina, da tempo preparata nell'Isola per opera di un comitato residente a Palermo.
Garibaldi all'alba del 27 maggio, entro' a Palermo.
Dopo il plebiscito dell 21 ottobre favorevole alla annessione, il primo dicembre Vittorio Emanuele re d'Italia entra a Palermo.

Mondello

Situata lungo l'arco di una magnifica baia, tra Monte Pellegrino e il Monte Gallo, è la spiaggia dei palermitani, è una delle più belle stazioni balneari della Sicilia.
A 12 Km da Palermo, vi si accede da questa, attraverso il Parco della Favorita o dalla strada costiera dell'Addaura o attraverso la panoramica strada che attraversa Monte Pellegrino.
Il clima fresco d'estate e assai tiepido d'inverno, il mare color corallo, il profumo dei giardini le innumerevoli ville, il grande balneare e gli eleganti ritrovi aperti tutto l'anno, ne fanno anche una delle località di soggiorno al mondo in cui e' possibile prendere bagni di sole e di
mare in ogni stagione.


Palermo - Cattedrale


Palermo - Teatro Politeama


Palermo - Cappella Palatina


Palermo - Orto botanico


Mondello - Panoramica


Mondello - Panoramica


Cefalù - Duomo


Cefalù- Panoramica


Cefalù- Panoramica


Cefalù- Spiaggia


Piccola Enciclopedia popolare di storia Siciliana di tutti i tempi

Per il contenuto di questa pagina
si ringrazia la famiglia Grifasi

www.grifasi-sicilia.com

© Copyright 2004 AREBBA