• home                                                Eventi

Agrigento | Caltanissetta | Catania | Enna | Messina | Palermo | Ragusa | Siracusa | Trapani

 

PROVINCIA DI AGRIGENTO


SAGRA DEL MANDORLO IN FIORE
..:: LA VALLE DEI TEMPLI ::.. 1 – 8 FEBBRAIO

La candida fioritura dei mandorli annuncia nella Valle dei Templi il ritorno della primavera. Agrigento centro geografico e storico del mediterraneo, diventa anche il fulcro della concordia e della cultura dei popoli. Lo spirito di gioia, pace e fratellanza che aleggia nell'antica Akragas durante la Sagra del mandorlo in fiore supera ogni barriera ideologica o razziale.
Un appuntamento che si ripete da oltre mezzo secolo e che è diventato un punto di ritrovo tra i popoli della terra. Storia, folklore ed arte, si fondono armoniosamente durante una delle feste folkloristiche più famose del mondo. La Sagra del Mandorlo in Fiore nasce nel 1934 a Naro da un'idea del Conte Dott. Alfonso Gaetani, lo scopo era quello di esaltare la primavera agrigentina regalando una giornata di festa e spensieratezza a tutti i contadini della Valle del paradiso.

http://www.mandorloinfiore.net



SETTIMANA PIRANDELLIANA E CONVEGNO INTERNAZIONALE DI STUDI PIRANDELLIANI
..:: CASA DI PIRANDELLO / PALACONGRESSI ::.. 1 – 10 AGOSTO 5 – 8 DICEMBRE

Agrigento celebra uno dei suoi figli più illustri, Luigi Pirandello, mediante la “Settimana Pirandelliana”, una manifestazione nell’ambito della quale vengono rappresentati alcuni dei suoi più importanti testi teatrali. Gli spettacoli teatrali, caratterizzati da una messa in scena ad alto livello, vengono rappresentati su un palcoscenico sistemato nel piazzale antistante la casa natale di Luigi Pirandello, adibita a museo, in un contesto in cui alle scenografie dello spettacolo si aggiunge il fascino del paesaggio all’interno del quale le stesse opere hanno preso corpo.

http://www.agrigentoweb.it


Quando fu fondato, il 13 gennaio 1967, il Centro Nazionale di Studi Pirandelliani dichiarò di assumersi l’impegno di raccogliere le testimonianze più disparate sull’opera di Luigi Pirandello. All’opera di recupero di traduzioni, di studi, di pubblicazioni, saggi, recensioni e articoli vari, si affiancò la promozione di convegni di studio di alto livello a cui partecipassero critici e studiosi di ogni parte del mondo.
Il convegno rappresenta, come è ormai consuetudine da molti anni, l’atto finale di un intero anno di attività svolta da gruppi di lavoro di studenti della scuola media superiore che produrranno al convegno i risultati dei loro studi

http://www.cnsp.it



SCIACCA - CARNEVALE
..:: CENTRO STORICO ::.. FEBBRAIO

Le origini del Carnevale di Sciacca risalgono al 1616, quando il viceré Ossuta “buttò bando l’ultimo di Carnevale, che ognuno s’avesse di vestire in maschera”.
Le celebrazioni iniziano il Giovedì Grasso con la consegna simbolica delle chiavi della città a Peppe Nappa, maschera-simbolo del Carnevale e suo re.
La sfilata dura tutta la notte e culmina nella recita di un copione satirico messo in piazza Scandagliato. Tutto ha termine la notte di Martedì Grasso, quando il carro di Peppe Nappa viene bruciato nella pubblica piazza. Nel rogo finiscono anche fischietti e martelletti: l’ebbrezza di quei giorni brucia assieme al loro re.

http://www.carnevaledisciacca.com


 

PROVINCIA DI CALTANISSETTA


CALTANISSETTA - SETTIMANA SANTA DEI MISTERI
..:: CENTRO STORICO ::.. PASQUA

Le celebrazioni della Settimana Santa di Caltanissetta hanno inizio mercoledì con la processione della Real Maestranza, una spettacolare sfilata di 400 persone delle più antiche corporazioni artigiane. La guida il “capitano”, vestito seconda tradizione settecentesca, personaggio che si deve far carico del lutto del dolore di tutti. Il momento centrale e più significativo è però la sera del Giovedì Santo, quando entrano in scena le “Vare” o “Misteri”, sorta di carri su cui vengono montati imponenti gruppi scultorei in legno, cartapesta e gesso.
Le celebrazioni proseguono il Venerdì Santo con la tradizionale processione del Cristo Nero, posto dentro un baldacchino dorato e portato a spalla dai “fogliamari”, con le tradizionali casacche e a piedi nudi, per concludersi la Domenica di Pasqua con le tradizionali celebrazioni religiose.

http://www.comune.caltanisetta.it


 

PROVINCIA DI CATANIA

 


CATANIA - TEATRO MASSIMO “BELLINI”
STAGIONE TEATRALE
..:: TEATRO MASSIMO “BELLINI” ::.. GENNAIO – MAGGIO

Il Teatro Massimo "V. Bellini", costruito su progetto di Carlo Sada, I'architetto milanese che pochi anni dopo avrebbe firmato il "Colon" di Buenos Aires, fu inaugurato nel 1890. Nei cent'anni della sua esistenza questo centro propulsore della vita musicale catanese ha visto passare sulle tavole del suo palcoscenico molti tra i maggiori musicisti dei Novecento: da Gino Marinuzzi a Vittorio Gui, da Antonio Guarnieri a Georg Solti, Lorin Maazel, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli, Alain Lombard; da Toti Dal Monte alla Callas alla Caballé alla Scotto alla Freni; da Schipa a Gigli, a Corelli a Pavarotti a Fertile a Dei Monaco a Di Stefano; da Galeffi a Bechi, a Gobbi, a Nucci, ed ha rappresentato in pratica tutti i capolavori del teatro musicale.
Il "Bellini" dispone di un'orchestra di 105 elementi, di un coro di 84 elementi, di un nutrito gruppo di tecnici di palcoscenico.

http:/www.teatromassimobellini.it



CATANIA - FESTA DI SANT’AGATA
..:: CENTRO STORICO ::.. 2 – 5 FEBBRAIO

Catania dedica alla sua patrona una festa grandiosa che coinvolge alcune migliaia di persone. Per onorare la Santa si susseguono spettacoli pirotecnici e celebrazioni solenni, mentre lungo le strade, illuminate da chilometri di luminarie, si snodano processioni e cortei storici che rinnovano nella città barocca le suggestioni di riti mai perduti. Nella prima giornata le autorità sfilano in corteo, insieme a figuranti i costume storico, a bordo della settecentesca carrozza del Senato, al seguito delle undici “candelore”, pesanti costruzioni lignee, intagliate e dorate, realizzate dalle antiche corporazioni dei mestieri e portate a spalla per tradizionale appuntamento dell’offerta della cera. I giorni seguenti il busto-reliquario della Santa viene portato in processione lungo le vie della città, trainato con lunghe corde da circa quattromila “cittadini” che, indossano il sacco bianco e un berretto di velluto nero, si muovono a piccoli passi tra la folla al grido di: “Cittadini, viva Sant’Agata!”.

http://www.apt.catania.it



CATANIA - CONCORSO IPPICO INTERNAZIONALE " COPPA DEL MEDITERRANEO"
..:: CENTRO IPPICO DI CONTRADA CODA VOLPE ::.. OTTOBRE

Si svolge ogni anno a Catania, nella cornice nel maneggio CISSE, un imponente circolo in contrada Coda Volpe; la manifestazione si è ormai affermata come uno degli appuntamenti più importanti del calendario ippico italiano ed europeo. Ne sono testimonianza i numeri, che spaziano dal roster di partecipanti, attestati in media su un totale di circa 150 (di cui un terzo stranieri) e il numero delle nazioni rappresentate. La varietà dei concorsi che animano la tre giorni ippica di Catania e la ricca dotazione del montepremi sono solo alcuni elementi di attrazioni della manifestazione.


http://www.apt.catania.it



ACIREALE - CARNEVALE
..:: CENTRO STORICO ::.. FEBBRAIO

Di origine tardo seicentesca, il Carnevale di Acireale si è ormai conquistato il titolo di “più bel Carnevale di Sicilia”. Nel corso della sua storia, questa manifestazione si è sempre distinta dagli altri carnevali dell’Isola, proponendo esibizioni di “abbatazzi” (poeti dialettali che si sfidavano in gare di improvvisazione su temi di attualità), la “cassariata” (sfilata di landò con equipaggi in costume che tempestavano la folla di confetti), fino ai più diffusi giochi popolari come la “ninna” (cioè l’albero della cuccagna), la gara delle pentole e la corsa dei sacchi. Oggi, oltre all’amatissimo concorso “scuole in maschera”, il carnevale ha nella sfilata dei carri allegorico-grotteschi (con gigantesche composizioni in carta pesta) e i quella dei carri infiorati il suo evento centrale. Molto suggestive sono le sfilate serali, in cui sapienti tecniche di illuminazioni esaltano ancor più la spettacolarità dei carri, che si trasfigurano così in un magnifico spettacolo fatto di colori e luci.


http://www.carnevalediacireale.it



CALTAGIRONE - LA SCALA ILLUMINATA
..:: SCALA DI SANTA MARIA ::.. 24 – 25 LUGLIO

Ha ben quasi 4 secoli (risale al 1608) la Scala di Santa Maria del Monte, che oggi si eleva fra due fitte schiere di case. Diventa uno spettacolo incomparabile il 24 e 25 Luglio di ogni anno, quando viene illuminata da circa 4000 luci colorate che brillano lungo la maestosa gradinata al punto da sembrare u grande e fantastico fiume di fuoco. I “coppi”, piccole lanterne di terracotta, vengono disposte la notte antecedente gradino per gradino. Alle 21.30 l’illuminazione pubblica viene disattivata mentre, lungo la scala una moltitudine di uomini e ragazzi, donne e turisti, munite di “buceddi”, steli secchi e accesi, attende il fischio del capomastro. Nel giro di pochi minuti i coppi vengono accesi e offrono all’ammirazione degli astanti un disegno pazientemente tracciato che si incendia, brilla, s fa vivo e incanta gli occhi di tutti, rivolti verso l’alto per ammirare il grande arazzo di luce, mentre i riverberi delle migliaia di fiammelle sui muri delle case affacciate sulla Scala aggiungono alla visione maggiore suggestione.

http://www.comune.caltagirone.it


 

PROVINCIA DI ENNA

 


ENNA - RITI DELLA SETTIMANA SANTA
..:: CENTRO STORICO ::.. PASQUA

Le celebrazioni iniziano la domenica delle Palme con le sfilate delle confraternite che, partendo ciascuna dalla propria chiesa di appartenenza, attraversano le strade cittadine e si dirigono verso il duomo, presso il quale, a turno, danno vita, fino al mercoledi' santo, a un antico rito di adorazione dell'Eucaristia. Il venerdi', poi, ci si ritrova sin dal pomeriggio nel duomo, per rendere omaggio ai simulacri di Cristo e dell'Addolorata; quindi in serata si tocca il momento culminante: i confrati - incappucciati e contraddistinti dal colore degli abiti e delle mantelle indossate durante i riti - trasportano a spalla le due statue per le vie della citta', fino a notte fonda, alla luce delle torce, seguendo un preciso ordine di sfilata; raggiungono il cimitero - presso il quale viene impartita la benedizione con una croce reliquiario, contenente una spina della corona di Cristo - e infine fanno ritorno in chiesa. Il silenzio, la tristezza e il lutto dominano in citta' sino alla domenica di Pasqua, quando si torna a gioire per festeggiare la risurrezione di Cristo, la vittoria della vita sulla morte; nel tardo pomeriggio, infatti, le confraternite e migliaia di fedeli si ritrovano in piazza Duomo per assistere, in un clima di euforia, alla cerimonia delle "Paci", l'incontro delle statue del Cristo Risorto e della Madonna, portate a spalla dai confrati. I due simulacri rimangono poi in cattedrale sino alla domenica successiva alla Pasqua, per consentire ai fedeli di contemplare per un'intera settimana il miracolo della risurrezione divina.

http://www.comune.caltagirone.it



AGIRA - PRESEPE VIVENTE
..:: CENTRO STORICO ::.. 24 – 25 DICEMBRE

La manifestazione, per l'impeccabile organizzazione e il grande coinvolgimento delle comparse rappresenta il migliore presepe vivente per la Sicilia orientale. Le magiche atmosfere natalizie, evocate da un folto numero di personaggi, cento in tutto, che indossano i panni dei protagonisti dell'Avvento di Cristo, richiamano l'attenzione di numerosi spettatori, pronti a vivere una notte d'incanto e ricca di emozioni. Tra le vie più antiche di Agira, odori, colori e figure di altri tempi: massaie, gruppi di bambini che giocano e di anziani che si scaldano attorno a un fuoco, ma anche fabbri e falegnami, all'interno di piccole capanne. Nessuno di questi sembra prestare molta attenzione all'uomo che ha con s'è l'asinello su cui, stanca, viaggia Maria. Entrambi alla ricerca di un luogo, al riparo in cui far nascere il loro bambino. Percorrendo la via lunga e ripida, si fermano ai piedi dell'antico castello. All'improvviso un bagliore richiama l'attenzione di uomini e donne che lasciano le loro case, escono attoniti e magicamente attratti. Nessuno di questi sembra prestare molta attenzione all'uomo che ha con s'è l'asinello su cui, stanca, viaggia Maria. Entrambi alla ricerca di un luogo, al riparo in cui far nascere il loro bambino. Percorrendo la via lunga e ripida, si fermano ai piedi dell'antico castello. All'improvviso un bagliore richiama l'attenzione di uomini e donne che lasciano le loro case, escono attoniti e magicamente attratti.

http://www.agira.org



PERGUSA - STAGIONE MOTORISTICA
..:: AUTODROMO DI PERGUSA ::.. MARZO – OTTOBRE

Creato nel 1951, il circuito di Pergusa si sviluppa per 4,950 km, ha una larghezza media di 14 m e una capienza di oltre 8000 posti. Ospita diverse gare, quali, la “24 Ore di Sicilia”, la “Sei Ore-Edurance Touring Cars”, il “Gran Premio del Mediterraneo”, il Campionato italiano di Formula 3, il Campionato di Prototipi, il Campionato italiano GT, il Campionato italiano di Superproduzione. Inoltre anche 2 gare su strada: la corsa in salita “Città di Centuripe” ed il rally di Proserpina.

http://www.autodromopergusa.it



PIAZZA ARMERINA - PALIO DEI NORMANNI
..:: CENTRO STORICO ::.. 12 – 14 AGOSTO

Il Palio dei Normanni è tra le più antiche manifestazioni medioevali in costume del meridione d’Italia. Istituito nel 1952, questa manifestazione, rappresenta e rievoca l’impresa di Ruggero d’Altavilla che nel 1071 cacciò i Saraceni e impose il suo regno sulla Sicilia. Secondo la tradizione, papa Nicolò avrebbe offerto a Ruggero un vessillo raffigurante una Madonna col Bambino e questi, in segno di riconoscenza verso il popolo di Piazza, lo avrebbe donato alla città. Il primo giorno delle celebrazioni una lampada accesa viene portata in corteo fino al Duomo e posta ai piedi del vessillo della patrona. Il secondo giorno è rievocato l’ingresso trionfale delle truppe in città: in piazza Duomo giunge il corteo composto dalle milizie, dalla cavalleria e dai cavalieri della giostra, dal conte e dal seguito di paggi e palafrenieri: il magistrato consegna le chiavi della città a Ruggero. I. terzo giorno si svolge la giostra medioevale che coinvolge cinque cavalieri per ogni quartiere. I cavalieri lanciati al galoppo devono colpire lo scudo del saraceno, con una lancia oppure con una mazza chiodata; quindi devono infilare con la lancia l’anello al braccio del saraceno; infine devono colpire con un giavellotto un anello pendente da una forca.

http://www.paliodeinormanni.it


 

PROVINCIA DI MESSINA

 


MESSINA - TEATRO VITTORIO EMANUELE
STAGIONE TEATRALE
..:: TEATRO VITTORIO EMANUELE ::.. OTTOBRE – MAGGIO

Negli oltre 150 anni della sua esistenza, il Teatro Vittorio Emanuele ha messo in scena balletti, operette, drammi e tragedie, e, in campo musicale soprattutto il melodramma romantico italiano. Punto vitale e centro culturale della città, in questi ultimi anni è diventato sede di una intensa e variegata stagione di prosa, con un cartellone di altissimo livello qualitativo. La Sala Laudano (intitolata al compositore messinese Antonio Laudano), antico auditorium cittadino che ha visto esibirsi i più grandi solisti dell’ultimo cinquantennio, ospita oggi una parte degli spettacoli della Stagione e alcuni momenti importanti dell’attività artistica del Teatro e della città.

http://www.teatrodimessina.it



BROLO - MEDIEVALIA
..:: CASTELLO DI BROLO ::.. MAGGIO – SETTEMBRE

Nata con l’obiettivo di promuovere siti di charme, Medievalia presenta ogni anno la rassegna di iniziative culturali in stretta connessione con il territorio, simposi e convegni, mostre, serate di degustazione in tutto nella cornice del castello di Brolo e dell’adiacente borgo medievale, sedi d’elezione della manifestazione. Il castello è anche sede del museo delle Fortificazioni Costiere della Sicilia, un interessante percorso didattico che illustra gli esempi più significativi delle Fortificazioni erette lungo tutto periclo dell’Isola per difendere le coste dai continui attacchi della pirateria. Grazie all’iniziativa di Medievalia, il Castello di Brolo insieme al suo suggestivo parco, è diventato un centro culturale polifunzionale polivalente.

http://www.brolo.it



LIPARI - UN MARE DI CINEMA
EFESTO D’ORO
..:: ANFITEATRO AL CASTELLO ::.. LUGLIO – AGOSTO

Da diversi anni nelle Isole Eolie non è più in esercizio alcuna sala cinematografica. Ma non per questo manca l’interesse per il cinema che, fin dal 1983 è tenuto un vita dalla rassegna “Un mare di cinema”. Da quell’anno, quando fu organizzata la prima manifestazione proponendo pubblico quei capolavori che negli anni Cinquanta e Sessanta erano stati realizzati alle Eolie, la rassegna ha riscosso un crescente successo, culminato con l’istituzione , 1990, del Premio “Efesto d’Oro”, che viene consegnato a registi, attori e produttori che si sono distinti per le loro opere cinematografiche.


http://www.centrostudieolie.it



TAORMINA - TAORMINA ARTE
..:: TEATRO ANTICO ::.. GIUGNO – LUGLIO – AGOSTO

Taormina Arte è una delle manifestazioni di promozione turistica tra le più importanti di tutta la Sicilia. Ha festeggiato nel 2002, con un memorabile concerto del maestro Riccardo Muti, celebre direttore d’orchestra, i suoi primi 20 anni di vita. E sono stati 20 anni di grandi successi e di grandi vedettes internazionali che hanno via via incantato gli spettatori del Teatro Antico. Spettatori che hanno, specialmente negli ultimi anni, arrivano da tutto il mondo grazie ai pacchetti turistici che l’Azienda di soggiorno e turismo di Taormina promuove con largo anticipo in tutte le principali Borse del turismo del Mondo.


http://www.taormina-arte.com



TAORMINA - LA KORE
OSCAR DELLA MODA
..:: TEATRO ANTICO ::.. 6 GIUGNO

La Kore – Oscar della Moda, prestigioso evento mediatico che a inizio luglio apre la stagione delle grandi sfilate televisive, è il primo vero Oscar italiano alla moda e costituisce un atteso appuntamento durante il quale non solo si scoprono le nuove tendenze dello stile ma si celebrano anche i personaggi più popolari e di successo. Gli Oscar, assegnati da una giuria composta da grandi giornalisti e opinion leader, premiano gli stilisti e i creativi che si sono particolarmente distinti durante l’anno per fantasia, ricerca, immagine e modernità, contribuendo alla diffusione e alla promozione della moda nel mondo.

http://www.lakore.it



TAORMINA - WOMAD
..:: TEATRO ANTICO ::.. 1 – 3 LUGLIO

Il WOMAD (World of Music, Art and Dance) è il marchio con cui il famoso cantante Peter Gabriel ha contrassegnato il festival etnico itinerante che ogni anno presenta al mondo le sonorità più coinvolgenti della “world music”. L’esperienza degli anni precedenti ha creato un particolare feeling tra il Real World-Womad e il pubblico siciliano. Il festival si pone l’obiettivo di suscitare emozioni, di divulgare informazioni e di sensibilizzare le persone nei confronti dei valori della tolleranza.

http://www.womad.org



TINDARI - TINDARI FESTIVAL
..:: TEATRO GRECO ::.. LUGLIO – AGOSTO

Tindari Festival costituisce uno degli eventi più seguiti della stagione estiva siciliana. La cornice che ospita questo evento è lo splendido Teatro greco di Tindari, riaperto nel 1956 con una memorabile rappresentazione dell’Aiace di Sofacle. Tindari ha consolidato la sua affermazione nel panorama artistico nazionale puntando su una ricerca della qualità delle rappresentazioni e sulla presenza di grandi protagonisti dello spettacolo e del teatro contemporaneo come Salvo Randone, Paola Borboni, Alberto Lupo, Turi Ferro e tanti altri ancora. Dal 1995 la stagione teatrale è divenuta un vero e proprio festival articolato in svariate tipologie di rappresentazioni che spaziano dalla prosa, alla musica classica, a quella d’autore.

http://www.pattietindari.it



TAORMINA - TINDARI
TEATRO DEI DUE MARI
..:: TEATRO ANTICO (TAORMINA) / TEATRO GRECO (TINDARI) ::.. MAGGIO – GIUGNO

La manifestazione “Teatro dei Due Mari” è riuscita in pochi anni a ottenere così lusinghieri consensi di pubblico e di critica da meritarsi un ruolo di rilievo nel panorama degli eventi culturali siciliani e trasformarsi in evento stabile a programmazione annuale. L’opportunità offerta dal successo si è quindi trasformata in volontà di offrire nuove prospettive di diffusione per l letteratura teatrale greca e latina nei teatri antichi siciliani, la cui valenza territoriale, insieme ai numerosi siti archeologici della zona, contribuisce a formare il patrimonio della regione, facendo dell’evento un momento culturale unico.


http://www.pattietindari.it


 

PROVINCIA DI PALERMO

 


GIRO DI SICILIA
..:: SICILIA ::.. 9 – 13 GIUGNO

Organizzato all’Automobile Club di Sicilia tra il 1912 ed il 1958, in complessive diciotto edizioni, per la sua anzianità, per il percorso estremamente vario ed impegnativo, è ricordato come una delle più importanti gare automobilistiche di velocità su strada svolta in Italia.
Il percorso scelto fra le tortuose ed impervie strade dell’isola, giunse ad includere in alcune edizioni anche il Piccolo Circuito delle Madonie, ed il suo sviluppo non superò mai i 1080 km. Fu dopo il 1948 che raggiunse il massimo della popolarità, quando nel suo “Albo d’oro si iscrissero nomi che hanno rappresentato il meglio dell’automobilismo sportivo come Biondetti, Marzotto, Viiìoresi, Taruffi, Collins e Gendebien.
Il tragico incidente di De Portago alla Mille Miglia dei ‘57 ebbe notevoli ripercussioni sui Giro di Sicilia e, come tante altre gare su strada, venne inevitabilmente soppresso.
La “Targa Florio” nasce nel 1906 da una scommessa impossibile lanciata ai mondo da Vincenzo Florio, quella di organizzare una competizione automobilistica in Sicilia, su un percorso dove le curve stringono e si allungano come serpenti, le discese sembrano filettature di una vite ed il fondo stradale è polveroso e pieno di buche. Ebbene,quella scommessa si concretizzò in un autentico mito, in una manifestazione leggendaria e affascinante che vide le più importanti Case automobilistiche e i più famosi assi del volante, da Nuvolari a Varzi, da Maglioli a Gendebien, da Fangio a Moss, da Von Trips a Vaccarella, cimentarsi in epiche battaglie su quelle
irripetibili ed insidiose strade, ancora lì, testimoni di una storia lunga 82 anni. La“Targa Florio” rimane fra quelle che ancora oggi si disputano, la corsa più antica del mondo, seguita ad appena un anno di anzianità in meno, dalla altrettanto mitica “lndianapolis”.


http://www.girodisicilia.com



PALERMO - TEATRO MASSIMO
STAGIONE TEATRALE
..:: TEATRO MASSIMO ::.. OTTOBRE – GIUGNO

Il Teatro Massimo di Palermo apre le porte al pubblico la sera del 16 Maggio 1897. Palermo, nella seconda metà dell’800, era impegnata a costruirsi una rinnovata identità ala luce della nuova identità nazionale. La vita culturale subiva l’influenza della nuova fisionomia nazionale e le positive conseguenze dell’attività di imprenditori illuminati, quali Florio, che tra l’altro contribuirono con generose donazioni alla costruzione del Teatro. Gli intensi scambi commerciali facevano sì che a Palermo convergessero e si sviluppassero interessi di dimensione europea, e che la città fosse in continuo contatto con modelli culturali differenti da quelli propri. Erano gli inizi della Belle Epoque, stagione che fu per la città un momento di rinascita culturale ed economica entrato nel mito e che sarebbe stato interrotto dallo scoppio del primo conflitto mondiale.

http://www.teatromassimo.it



PALERMO - STAGIONE ORCHESTRA SINFONICA SICILIANA
..:: TEATRO POLITEAMA ::.. FEBBRAIO – GIUGNO

Il Teatro Politeama, come il Teatro Massimo, fu concepito alla fine dell’800 nell’ambito di un programma urbanistico che prevedeva il prolungamento di via Maqueda con via Ruggero Settimo e viale Libertà, lungo la quale sorsero poi splendide ville in stile liberty e l’edificazione, quasi in contemporanea di questi due grandi teatri in stile neoclassico. Anche se diversa è la destinazione, il dualismo tra i due teatri più importanti della città si risolve come testimonianza di una diversa interpretazione dello stile classicista. L’ingresso del Politeama, costituito da un enorme arco trionfale sormontato da una composizione scultorea in bronzo, tradisce la formazione classicista dell’architetto Giuseppe Damiani Almeyda, che propone soluzioni policrome pompeiane.

http://www.palermotourism.it



PALERMO - FESTINO DI SANTA ROSALIA
..:: CORSO VITTORIO EMANUELE E ALTRI SITI ::.. 10 – 15 LUGLIO

Il Festino a metà luglio, è il momento più alto della vita palermitana. Difficile spiegare cosa è il Festino. Certamente è un immenso ex voto popolare dedicato Santa Rosalia: per grazia ricevuta. Nel 1624 fu lei a salvare i palermitani dalla peste quando Sant’Agata, Sant’Oliva, Santa Ninfa e Santa Cristina schierate a quadrato ai Quattro Canti, nulla avevano potuto. La peste era arrivata con un bastimento dal Nord Africa. In breve dilagò nella città e non si trovarono rimedi a quel flagello che colpì pure il viceré Emanuele Filiberto di Savoia. Si ricorse ai santi, si pregarono, si portarono in processione fine a che qualcuno si ricordò di Rosalia, santa palermitana testimoniata già nel 1205 e morta da eremita sul Monte Pellegrino. Le sue ossa, ritrovate e portate in giro per la città, arrestarono miracolosamente la peste. La Santuzza, vezzeggiativo con cui viene invocata dai palermitani e condotta in trionfo su un enorme carro che dà l’idea della grandiosità di Palermo.

http://www.comune.palermo.it



PALERMO - PREMIO CAPITALE EUROPEA DELLO SPORT
..:: TEATRO POLITEAMA O TEATRO DI VERDURA ::.. 28 MAGGIO

Si tratta di un riconoscimento che il Movimiento Deportivo International di Madrid assegna ogni anno alla città dell’unione europea che si è distinta per politiche in favore dello sport. Il premio viene consegnato a Palermo. La kermesse è arricchita ogni anno dalla presenza di star del mondo del cinema, della musica e del teatro in un emozionante turbine di sport e spettacolo.


http://www.comune.palermo.it



PALERMO - CAMPIONATI INTERNAZIONALI DI TENNIS
..:: PARCO DELLA FAVORITA ::.. SETTEMBRE


Tra le manifestazioni di antica e prestigiosa tradizione sono da annoverare i Campionati Internazionali di Tennis di Sicilia. Da oltre mezzo secolo i campi in terra battuta del circolo del tennis di Palermo ospitano un evento che nel corso degli anni ha visto sfilare e sfidare campioni nazionali e internazionali d’Italia di Roma.


http://www.internazionalidisicilia.it




PALERMO - CONCORSO IPPICO
“COPPA DEGLI ASSI”
..:: PARCO DELLA FAVORITA ::.. OTTOBRE

Organizzato a partire dagli anni Cinquanta, il Concorso Ippico Internazionale di salti e ostacoli, è da qualche anno affiancato dalla rassegna settoriale “Medicavalli”, che riunisce gran parte delle specialità nazionali e internazionali dello sport equestre. Teatro delle gare, che richiamano a Palermo ogni anno nel mese di ottobre cavalieri e amazzoni provenienti da ogni parte del mondo, è il campo a ostacoli situato nella suggestiva cornice del real Parco della Favorita di Palermo, riserva paesaggistica importante che unisce Palermo a Mondello. Competizione clou del Concorso è l’avvincente Coppa degli Assi, che gli addetti ai lavori la definiscono “la mini Olimpiade dell’equitazione”.

http://www.comune.palermo.it




PALERMO - MARATONA CITTA’ DI PALERMO
..:: PALERMO ::.. 7 DICEMBRE

L’idea della Maratona Città di Palermo è nata dalla tentazione di verificare la compatibilità della città al gesto sportivo più classico, nella ferma convinzione che da quest’impresa potesse nascere un ennesimo modo di interpretare Palermo e di vivere una corsa podistica.
Dal 1995, anno della prima edizione, questo evento si è conquistato un notevole immagine di serietà organizzativa e una consolidata dimensione internazionale. Unico scenario di partenza, che vede i concorrenti cominciare le loro fatiche dal Teatro Politeama per attraversare, in un itinerario circolare, via via tutti i suggestivi scenari della città.

http://www.palermomaratona.it




PALERMO - MODELLO
WORLD FESTIVAL ON THE BEACH
..:: MONDELLO ::.. MAGGIO

Mondello, distesa lungo l’arco di una pittoresca baia tra il monte Pellegrino e il monte Gallo, è il più importante centro balneare vicino Palermo. Nell’ultimo decennio ha conosciuto uno straordinario sviluppo turistico, con ottimi hotel e una fitta rete di ristoranti e di centri di svago. Il clima particolarmente temperato anche nella stagione invernale fa di Mondello una frequentatissima meta di soggiorno. Ed è proprio in questo scenario che nel mese di maggio si ha il World Festival on the Beach ogni anno più ricco e assediato dai turisti, attratti da un evento coinvolgente che anticipa l’estate e che riversa nell’affascinante baia di Mondello, dal giorno alla notte, decine migliaia di persone. La manifestazione, ha sfruttato la lunga tradizione che l’ha portata ai vertici della fama mondiale nella realtà del windsurf, della vela, del beach volley, conservando la capacità di riservare ancora grandi sorprese.

http://www.albaria.com/mondellonews




MONREALE - SETTIMANA DI MONREALE
..:: DUOMO ::.. 21 NOVEMBRE – INIZIO DICEMBRE

La “Settimana di Monreale – Rassegna internazionale di musiche sacre, liturgiche e spirituali”, creata nel 1939, è uno degli appuntamenti musicali che la Sicilia propone. La rassegna viene allestita, ogni anno con successo crescente, nel Duomo di Monreale, splendido tempio della cristianità dove, alla magnificenza dell’interno, si unisce un acustica perfetta, che rende così possibile un’esecuzione e un ascolto ottimali. I concerti sono eseguiti da grandi orchestre internazionali dirette dai migliori maestri: questo ha consentito alla “Settimana” di accreditarsi come un appuntamento imperdibile per gli appassionati, che possono così godere le profonde suggestioni prodotte dal rinnovato organo, con le sue diecimila canne, gli oltre trecento comandi in argento e platino. L’accesso alle esibizioni è gratuito fino ad esaurimento dei posti.

http://www.monreale.net




CONTESSA ENTELLINA, MEZZOJUSO, PALAZZO ADRIANO, PIANA DEGLI ALBANESI, SANTA CRISTINA GELA
PASQUA DI RITO GRECO - BIZANTINO
..:: CENTRI STORICI ::.. SETTIMANA SANTA

Nella Piana degli Albanesi, dove sono insediate cinque delle otto comunità albanesi in Sicilia, si rinnovano ogni anno i riti greci legati alla Settimana Santa. I costumi indossati durante queste celebrazioni, finemente lavorati, erano una volta abiti di uso quotidiano, mentre ora sono diventati strumenti di identificazione che assolvono quasi esclusivamente a funzioni simboliche circoscritte ad alcune occasioni: il giorno delle nozze, la Settimana Santa e altre poche cerimonie religiose. La domenica delle Palme si rievoca l’entrata di Cristo a Gerusalemme con una processione guidata dal vescovo, che a cavallo di un asino, impugna il crocefisso e una palma. Il Giovedì Santo è dedicato al rito della lavanda dei piedi, mentre la mattina del Venerdì Santo si intonano i passi evangelici che narrano la passione e morte di Cristo. Nel pomeriggio, invece, sfila in processione l’immagine del Cristo, proceduta dal Crocefisso deposto in un’urna ricca di fiori e incenso e accompagnata da canti funebri. La cerimonia dei battesimi per immersione è il momento più toccante del Sabato Santo. I riti si concludono il giorno di Pasqua nella Cattedrale di Piana degli Albanesi dedicata a San Demetrio.

http://www.pianadeglialbanesi.it



TERMINI IMERESE - CARNEVALE
..:: CENTRO STORICO ::.. FEBBRAIO

Il Carnevale di Termini Imprese ha origini ottocentesche ed è, insieme a quello di Acireale e Sciacca, fra i più noti della Sicilia. Un tempo si protraeva per un mese intero: oggi la festa si concentra in due sole giornate, la domenica e il martedì che precedono il Mercoledì delle Ceneri, e tutto ruota intorno a due maschere locali, “u Nannu cà Nanna”, introdotte da alcune famiglie di provenienza napoletana che si erano stabilite nel territorio di Termini all’inizio dell’Ottocento. “U Nannu cà Nanna” scandiscono i quattro momenti centrali della festa: l’attesa dei due tradizionali protagonisti, la sfilata delle maschere, il “testamento morale” lasciato da “u Nannu”, che conclude simbolicamente la festa.

http://www.comune.termini-imerese.pa.it



USTICA E LITORALE DELLA PROVINCIA
RASSEGNA INTERNAZIONALE "ATTIVITA’ SUBACQUEE"
..:: USTICA ::.. GIUGNO – SETTEMBRE

Tra i tanti meriti della Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee, creata oltre 40 anni fa a Ustica, uno dei più importanti è l’aver gettato le basi per la realizzazione in questa splendida isola della prima riserva marina d’Italia, ormai accreditata, in tutto il Mar Mediterraneo, come un vero e proprio paradiso dei subacquei. La manifestazione, che si svolge ogni estate dal mese di giugno a quello di settembre, vede annualmente riunirsi gli studiosi più autorevoli nel mondo per dibattere sui problemi legati al mare. L’intenso programma spazia dalle mostre ai convegni, alla presentazione di libri, film e documentari sul mare, a workshop, visite guidate e incontri didattici, competizioni sportive e performance di grandi campioni, oltre a un nutriti cartellone di spettacoli. In concomitanza con la manifestazione, è stato istituito anche un concorso fotografico aperto a tutti, non solo ai professionisti del settore: “Ustica come nessun altro posto a mondo”.

http://www.palermotourism.com


 

PROVINCIA DI RAGUSA

 


SCICLI - LA MADONNA DELLE MILIZIE
..:: CENTRO STORICO ::.. ULTIMA DOMENICA DI MAGGIO

La più suggestiva delle tante manifestazioni popolari che si svolgono ogni anno a Scicli è sicuramente la festa della Madonna delle Milizie, evento che ha per protagonista una sconcertante Madonna a cavallo che indossa la corazza e tiene in pugno una spada. L’evento che la manifestazione rievoca e celebra è un fatto storico cui si unisce la leggenda: si ricorda infatti l’intervento prodigioso della Madonna in difesa dei cristiani che, al comando di Ruggero D’Altavilla, quindici giorni prima della Pasqua del 1091, riuscirono a respingere i Saraceni sbarcati a Donnalucata al seguito dell’emiro Belcane. Da allora, il mito viene celebrato in un rito annuale che segue un rigido copione sotto forma di sacra rappresentazione che coinvolge l’intera città.


 

PROVINCIA DI SIRACUSA

 


SIRACUSA - RAPPRESENTAZIONI CLASSICHE
..:: TEATRO GRECO ::.. MAGGIO – GIUGNO

Nei primi anni del 900 il conte Mario Tommaso Gargallo comincia ad accarezzare il sogno di fare vivere il dramma antico in una cornice di pari nobiltà, in questo sostenuto dall’amicizia con il grande archeologo Paolo Orsi: il 19 Aprile 1914. Agamennone di Eschilo inaugura il primo ciclo di spettacoli classici del teatro greco. Dall’esperimento nacque l’istituto nazionale del dramma antico, con la missione di valorizzare la cultura classica e l’attualità delle sue voci. ALL’I.N.D.A. è affidata è affidata oggi l’organizzazione delle rappresentazioni classiche nel Teatro Greco. Tra le tragedie presenti in cartellone Agamennone e Coefore di Escilo, Edipo Re e Antigone di Sofocle, Medea e Baccanti di Euripide; negli anni sono state rappresentate delle traduzioni di studio e intellettuali come Rafaele Cantarella o Edoardo Sanguineti.

http://www.indafondazione.org



SIRACUSA - RAPPRESENTAZIONI CLASSICHE
..:: VARI SITI DEL PARCO MONUMENTALE DI NEAPOLIS E DI ORTIGIA ::.. LUGLIO

Il Festival di Ortigia nasce nel 2002 da una felice intuizione e dall’inedita collaborazione tra la Regione e la Fondazione Teatro Ortigia, costituita dall’Associazione Industriali e dalla Confcommercio di Siracusa.
Sin dal suo esordio sulla scena dei festival teatrali si è imposto all’attenzione generale per l’alto livello delle sue proposte e la particolarità di una formula che coniuga gli spettacoli internazionali con le migliori proposte maturate in ambito siciliano, offrendo inoltre al pubblico la possibilità di incontrare alcune tra le maggiori personalità artistiche italiane e straniere nel corso di interessanti conferenze e letture.
E, certamente, la cornice dei luoghi archeologici che accolgono la manifestazione – dal Teatro Greco all’Orecchio di Dionisio – conferisce agli spettacoli e agli incontri un’atmosfera particolare, la sensazione palpabile che gli artisti e quelle pietre millenarie si nutrano di reciproche sollecitazioni, che gli eventi artistici sappiano percepire e fare propria l’aura di quelle antiche vestigia.
Il cartellone presenta produzioni realizzate espressamente per l’Ortigia Festival o in prima nazionale, programmate nei siti archeologici, accanto a manifestazioni destinate a far scoprire l’isola di Ortigia, centro storico della città, spesso messa in ombra dai monumenti dell’antichità.

http://www.ortigiafestival.it



SIRACUSA - LUCIA DI SVEZIA E SETTIMANA SVEDESE
..:: VARI SITI DELLA CITTA’ ::.. 13 – 20 DICEMBRE

Fu nel 1970 che l’Azienda Autonoma Turismo e il Comune di Siracusa organizzarono la manifestazione per la prima volta: da allora la città siciliana e la lontana Svezia sono unite in una sorta di gemellaggio nel nome di santa Lucia.
Il momento centrale dei festeggiamenti in onore della patrona di Siracusa è la processione del 13 dicembre, quando la statua della santa viene condotta a spalla da sessanta portatori guidati da un capo-portatore al suono di una campanellina.
La statua è seguita da una carrozza imperiale tirata da quattro cavalli e scortata da cocchieri in livrea in cui, un tempo, trovavano posto le autorità austriache, e dai fedeli in costume d'epoca.
Giunta presso la basilica di Santa Lucia, la statua della santa viene esposta alla venerazione dei fedeli fino al 20 dicembre, giorno in cui viene riportata nella cappella della Cattedrale.
In Svezia il 13 dicembre è una festività nazionale che celebra, attraverso Lucia, l’antica tradizione vichinga di festeggiare il solstizio d’inverno, il ritorno della luce dopo mesi di oscurità.
In occasione della Settimana Svedese, la Lucia di Svezia, la fanciulla che per la sua bellezza e condotta morale è eletta ogni anno dal 1927 a impersonare la santa, è invitata a Siracusa.
A sua volta una delegazione di siracusani si reca a Stoccolma dove si organizzano mostre di presepi, d’arte e folklore, concerti.

http://www.comune.siracusa.it



NOTO - PRIMAVERA BAROCCA
..:: CENTRO STORICO ::.. TERZA SETTIMANA DI MAGGIO


La Primavera Barocca si svolge la terza settimana di maggio di ogni anno, nell’incomparabile scenario del centro storico di Noto.
Concerti eseguiti nelle chiese, spettacoli, itinerari sacri: molte le iniziative che si susseguono ininterrottamente e che fanno da contorno culturale all’evento principale, la cosiddetta Infiorata di via Nicolaci.
Si tratta di uno spettacolare tappeto di fiori creato sul selciato della strada, suddiviso in sedici riquadri ognuno dei quali viene affidato a un artista locale con il compito di allestirlo.
L’evento inizia giovedì all’ora del tramonto, quando gli artisti prescelti prendono possesso della loro area e iniziano a tracciare le sagome dei disegni.
Nel pomeriggio successivo a loro si affiancano gli infioratori, e la tessitura floreale prende corpo ora dopo ora, fino a concludersi nella giornata di sabato.
Da quel momento inizia la lunga e lenta processione dei visitatori che vengono ad ammirare l’Infiorata, guardandola prima da lontano, nel suo spettacolare colpo d’occhio generale, poi facendosi via via più vicini per apprezzarne i particolari.
L’affluenza si protrae fino alla sera del lunedì, quando i fiori, ormai prossimi all’appassimento, vengono rimossi.


http://www.infioratadinoto.it



PALAZZO ACREIDE - FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL TEATRO CLASSICO DEI GIOVANI
..:: TEATRO GRECO ::.. MAGGIO


Nel 1976 l’Istituto Nazionale del Dramma Antico ha arricchito la stagione di spettacoli classici al teatro greco di Siracusa con una giornata in cui la rappresentazione di opere teatrali greche e latine viene affidata a gruppi studenteschi italiani e stranieri: è la “giornata delle scuole”.
La manifestazione, nata allora senza particolari pretese, è cresciuta negli anni fino a trasformarsi nel 1991 nel “Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani”, che viene ospitato in una sua specifica e prestigiosa sede, lo splendido teatro greco di Palazzolo Acreide, situato a pochi chilometri da Siracusa.
Questo Festival si è così affermato come un evento internazionale a cadenza annuale, unanimemente apprezzato per il suo valore educativo, sociale e culturale.
In questa occasione la tragedia greca si trasforma da testo scolastico a rappresentazione viva, favorendo l’interscambio culturale e umano fra partecipanti e spettatori.
Nell’edizione scorsa circa 1.800 studenti provenienti da trenta istituti italiani e sei stranieri (Grecia, Croazia, Portogallo, Malta, Polonia, Israele) sono stati ospiti dell’I.N.D.A. (Istituto Nazionale Dramma Antico) e del Comune di Palazzolo Acreide per un’esperienza culturale e relazionale di alto profilo, tra rappresentazioni, incontri con attori e registi, visite ai siti archeologici, riflessioni sul significato e sulla tecnica del teatro.
Per la stagione 2004 sono in programma Edipo Re di Sofocle e Medea di Euripide.


http://www.indafondazione.org


 

PROVINCIA DI TRAPANI


TRAPANI - PROCESSIONE DEI MISTERI
..:: CENTRO STORICO ::.. PASQUA


Da oltre quattrocento anni, ogni Venerdì Santo a Trapani si rinnova una tradizione antica e molto amata, quella rappresentata dalla Processione dei Gruppi Sacri della Via Crucis, i cosiddetti “Misteri”.
Si tratta di venti opere scultoree, realizzate in tela, legno e colla, che illustrano le fasi della Passione e della Morte di Gesù.
Le statue vennero realizzate tra il XVII ed il XVIII secolo da artisti locali e si caratterizzano per la profonda espressività dei volti e la precisione delle incisioni.
Sono custodite per tutto l’anno nella chiesa del Purgatorio, da dove escono alle 14 di ogni Venerdì Santo, per farvi poi ritorno alla fine della Processione, la mattina del Sabato Santo.
In occasione della Processione vengono sistemate su una base di legno e addobbate con argenti e composizioni floreali; sono quindi trasportate a spalla lungo il percorso della città con la caratteristica “annacata”, il movimento che i portatori imprimono seguendo la musica delle bande.
La Processione, che si snoda su un percorso di due chilometri, coinvolge migliaia di cittadini e turisti, che giungono a Trapani da ogni parte del mondo per seguire quest’evento religioso.
Durante questa giornata la città modifica il suo aspetto, in una commistione suggestiva di sacro e folclore che ha mantenuto le sue caratteristiche immutate nei secoli.


http://www.processionemisteritp.it



TRAPANI - LUGLIO MUSICALE
..:: VILLA MARGHERITA ::.. LUGLIO

Durante l’ultimo conflitto mondiale venne distrutto il Teatro Garibaldi di Trapani, che vantava una gloriosa fama e aveva richiamato artisti del calibro di Enrico Caruso e Maria Caniglia.
Dopo la conclusione della guerra, con l’intento di mantenere la prestigiosa tradizione musicale cittadina, nacque nel 1948 il Luglio Musicale Trapanese, istituzione senza finalità di lucro che organizza rappresentazioni liriche, sinfoniche e concertistiche, ma anche balletti, spettacoli di prosa e altre iniziative di alto livello artistico e sociale.
La stagione lirica estiva viene organizzata presso Villa Margherita, nel cui teatro all’aperto sono state messe in scena le opere più celebri con allestimenti d’eccezione.
Da alcuni anni inoltre l’Ente organizza anche la stagione lirica invernale e la stagione di prosa, presso l’Auditorium Provinciale dell’Università.
Diverse sono comunque le nuove iniziative realizzate negli anni, come ad esempio il Concorso Internazionale “I giovani e l’opera”, intitolato a Giuseppe Di Stefano, che ha lanciato numerosi giovani cantanti nel panorama internazionale, e il Progetto Teatro – Scuola, che si propone di avvicinare gli studenti alla realtà del palcoscenico.


http://www.lugliomusicaletrapanese.com



CUSTONACI - PRESEPE VIVENTE
..:: GROTTA MANGIAPANE ::.. NATALE / EPIFANIA


A pochi chilometri da Custonaci si trova Scurati, piccolo borgo di case disseminate come all'interno di un presepe, in un paesaggio caratterizzato da grotte naturali che si aprono su alte pareti rocciose.
La più grande di queste è la Grotta Mangiapane, all'interno della quale nel corso del tempo furono costruite piccole case, stalle e un forno per il pane, mentre nelle vicinanze della grotta sorsero altre costruzioni rurali.
In questo contesto, nel 1983 ha avuto inizio I'awentura del Presepe Vivente, concepito come evoluzione dalle sacre rappresentazioni svoltesi fino ad allora nel Santuario della Madonna di Custonaci.
Parallelamente all'iniziativa religiosa si sono via via concretizzate esperienze di lavoro artigiano e rurale che hanno dato vita a una "messa in scena" viva e affascinante: contadini, pastori, donne, bambini, venditori e animali si muovono in uno scenario sacralizzato da gesti, voci, suoni e odori antichi.
Nella dimensione essenziale di una bottega o di una stanza ogni oggetto racconta così l'universo culturale della vita agricolo-pastorale ed artigianale nell'agro ericino alla fine del 1800.


http://www.mcsystem.it/presepe



ERICE - SETTIMANA INTERNAZIONALE DI MUSICA MEDIEVALE E RINASCIMENTALE
..:: DIVERSE CHIESE DELLA CITTA’ ::.. PRIMA META’ DI SETTEMBRE


Ogni anno, in settembre, a Erice, in occasione della Settimana di Musica Medievale e Rinascimentale, San Martino, San Cataldo, San Giuliano, San Giovanni Battista e molte delle altre chiese che impreziosiscono il tessuto urbano della cittadina riecheggiano di musiche medievali, eseguite da artisti di fama internazionale.
La rassegna celebra proprio nel 2004 il ventesimo anniversario della sua istituzione: promossa nel 1984 dall’Azienda Provinciale per il Turismo di Trapani e patrocinata dalla Regione Sicilia, si è valsa da subito della collaborazione di istituzioni di grande prestigio, come l’Istituto di Storia della Musica delI’Università di Palermo, l’officina di Studi Medievali e l’Associazione Siciliana Amici della Musica.
La manifestazione è seguita da un pubblico attento di fedelissimi in grado di cogliere la ricerca che soggiace alle diverse interpretazioni – molte le filologiche, altrettante quelle eseguite su strumenti insoliti – di una musica che non potrebbe avere cornice più adatta dei templi ericini.
E non solo se le austere mura rimandano l’eco solenne della musica gregoriana coeva alle architetture: la suggestione dei luoghi è perfetta anche quando risuonano le note delle opere e dei madrigali monteverdiani.


http://www.apt.trapani.it



GIBELLINA - ORESTIADI DI GIBELLINA
..:: RUDERI DI GIBELLINA ::.. LUGLIO - SETTEMBRE


Ogni estate, da oltre quindici anni i Ruderi di Gibellina accolgono le Orestiadi, rassegna di teatro, musica, poesia e arti visive nata da un’idea di Emilio Isgrò, che aveva tradotto in dialetto siciliano la trilogia di Eschilo.
Il Festival del teatro, cui partecipano artisti e registi provenienti da tutto il mondo, si è affermato come luogo deputato a coniugare memoria e ricerca teatrale, attraverso progetti presentati quasi sempre in anteprima assoluta e connotati da una forte carica innovativa.
Dal 1990 in poi la manifestazione si è aperta ad altri orizzonti artistici, con l’istituzione di sezioni dedicate alle arti visive, al cinema e alla musica etnica, sperimentando sempre di più la contaminazione tra i diversi linguaggi espressivi.
Tutto questo fa di Gibellina un luogo privilegiato per gli scambi culturali e artistici, con una particolare attenzione al mondo islamico e mediterraneo.
In generale dunque, la manifestazione costituisce non solo un importante appuntamento dedicato all’arte e allo spettacolo, ma anche un momento fondante del progetto di rinascita artistica e culturale della città.


http://www.fondazione.orestiadi.it



SAN VITO LO CAPO - COUS COUS FEST
..:: VIA SAVOIA ::.. 21 - 26 SETTEMBRE


Sulla costa nord-occidentale della Sicilia, da sette anni il couscous è il protagonista di un festival internazionale, il San Vito Cous Cous Fest.
Attratti dalla curiosità (e dalla gola), visitatori giungono da ogni parte e scoprono così l’incantevole borgo marinaro di San Vito Lo Capo, la sua spiaggia e i suoi sapori, capaci di stregare chiunque vi arrivi.
Il momento cruciale nella preparazione del couscous (“cuscusu”, nel dialetto locale), dal quale dipende la riuscita del piatto, è l’“incocciatura”, in cui la semola di grano duro viene manipolata e ridotta in granelli regolari nella grande “mafaradda”.
Quello del couscous è un rito di origine araba che nel Trapanese coinvolge interi nuclei familiari nei giorni di festa.
A San Vito Lo Capo si celebra così un piatto che, nella semplicità degli ingredienti – la semola di grano duro amalgamata con l’acqua e l’olio di oliva –, assurge a simbolo dell’incontro di culture diverse: in questo spirito, i migliori chef di paesi sparsi in ben tre continenti si ritrovano dal 21 al 26 settembre negli stand allestiti in via Savoia per contendersi il premio Miglior Cous Cous 2004, attribuito da una giuria internazionale di giornalisti ed esperti del settore turistico ed enogastronomico.


http://www.sanvitocouscous.com



SEGESTA - RAPPRESENTAZIONI CLASSICHE
..:: TEATRO ANTICO ::.. LUGLIIO - AGOSTO


Il Teatro Antico di Segesta, che ospita da molto tempo le rappresentazioni estive tratte dai testi dei grandi drammaturgi greci e latini, curate dal comune di Calatafimi Segesta, dal 1998 ha allargato i suoi orizzonti artistici puntando su un cartellone che fosse all’altezza dello spettacolo della natura alle spalle della scena, che offre agli spettatori una incomparabile veduta della natura in cui è immerso il sito archeologico.
Oggi, la Rassegna Teatrale di Segesta è una densa sequenza di rappresentazioni classiche, musica, balletti, teatro contemporaneo, concerti, satira, avanguardia teatrale e musicale, iniziative diverse, in un percorso in cui viene privilegiato il rapporto con il pubblico, nell’assoluto rispetto del rigore e della qualità artistica.
A questo, da qualche anno, si aggiunge l’iniziativa delle “albe teatrali”, appuntamenti alle 5 del mattino con il teatro, la musica, la poesia, con il pubblico che affolla il teatro antico a godere di un’atmosfera di grande magia, esaltata dal chiarore dell’alba.


http://www.calatafimisegesta.com


© Copyright 2004 AREBBA