• home                                 Comune di Itala (Messina)
contatti

 


 

 

 

 

 

 

 

I vicoli medievali, le fontane, il ruscello che taglia il paese, l’architettura normanna, la sontuosità del Monte più affascinante della Sicilia Orientale e la spiaggia sabbiosa, con un mare cristallino...
Itala sa affascinare con la sua offerta variegata tutti gli amanti delle bellezze naturalistiche, offrendo le risorse intatte di un territorio che è rimasto a misura d’uomo.
Ogni scorcio di questo antico borgo appaga lo sguardo, da monte a valle.


Itàla Dista 23km dalla città di Messina e confina a Nord col comune di Messina, a Nord-Est con Scaletta Zanclea, a Nord-Ovest con Alì e Fiumedinisi, ad Est con il Mar Jonio e a Sud con Alì Terme, la sua altimetria arriva fino a 1253m.slm del monte Scuderi e si estende per 10,68Kmq.
Il territorio offre prospere colture, in particolare olive (nostrale, ottubrariche, calabrisi) ed uva (centurappi, zibibbo, racina ‘i mustu). E’ una preparazione tipica italese, l’”amarena”: speciale vino liquoroso che si prepara con ciliegie amarena, bucce d’arancia, carrube e cenere di vite.


Incantano durante la visita al Paese, i viottoli che assumono le parvenze di un presepe e rendono ancora più coinvolgenti le storie di leggendario mistero che si tramandano. Arabi e normanni, hanno forgiato la storia di Itala, attraverso numerose incursioni: la più importante testimonianza architettonica, realizzata nel 1903 per volontà di Conte Ruggiero, è la chiesa basiliana dei SS.Pietro e Paolo, incastonata su una balza tra agrumeti e frutteti nella frazione Croce della valle d’Itala. Questa stupenda reliquia architettonica. è di tipo basilicale, a tre navate con le absidi semicircolari. L’interno, ristrutturato, evidenzia colonne e capitelli con arcate ogivali, 4 piccole finestre a cupola stile arabo interamente rifatta. L’esterno è caratterizzato da splendide arcature a uno o più incassi e da mattoni policromi intercalati a blocchi di pietra lavica e di fiumara cementati con malta idraulica ricavata in loco dalle maestranze Arabe. Oggi la Basilica è l’unica, tra quelle coeve, ad essere aperta al culto ed i visitatori possono ammirare i quadri, opera dei monaci Basiliani che operarono nell’annesso monastero dal 1093 al 1870, anno in cui l’ultimo Abate Don Gesualdo Guccione lasciò quel luogo, per molti secoli fonte di civiltà e di splendore sociale per l’Italia ed i paesi limitrofi.
Oltre la Basilica di SS.Pietro e Paolo, numerose altre le chiese di Itala, che meritano attenzione per il valore architettonico.
Nella piazza principale del paese si trova la Chiesa Madre di S. Maria del Piliero, la cui intitolazione deriva dalla dominazione spagnola e precisamente dal famoso Santuario di Saragozza dedicato a «Nuestra Senora del Pilar», indicando per Pilar la pietra, il pilastro sulla quale, secondo la tradizione, la Vergine Maria sarebbe apparsa lasciandovi l'impronta. Fu eretta nel XVI secolo e contribuirono alla costruzione tutti i cittadini di Itala, i quali furono esentati dal pagamento delle tasse, per dieci anni, per la cooperazione data alla realizzazione della Chiesa.
Essa è costituita da una sola navata con accanto la torre campanaria, all'interno vi sono sei altari, più quello Maggiore,oltre ad una cappelletta della Madonna del Piliero, la quale ha il frontale ricoperto di marmo intarsiato, che si fa risalire al secolo XVIII.
La Chiesa Madonna della Catena, di poco posteriore alla Chiesa di Itala, risale al 1500 circa.
E’ dotata di un quadro del 1510 raffigurante la Madonna col Bambino. che tiene in mano una catena, fra gli Apostoli Pietro e Paolo. L'opera è attribuita a Bartolomeo Ferraro; infatti il Di Marzo, parla di un contratto secondo il quale il 19 febbraio del 1506, il pittore messinese Bartolomeo Ferraro s'impegnò a dipingere per la Chiesa di Itala una pala raffigurante nei tre scompartimenti inferiori, la Madonna della Misericordia tra le figure dei SS. Pietro e Paolo, e nella parte superiore l'Annunciazione.
Per il valore storico, meritano attenzione anche le chiese di S. Venera, S. Maria della Catena, Chiesa di S. Antonino, Altare S. Giuseppe, Cappella di S. Maria della Lettera e di San Giovanni (quest’ultima, sconsacrata, dopo il restauro è stata destinata ad eventi artistici e culturali).
Eretta a San Giacomo il Maggiore, invece, la Chiesa di S. Giacomo, nella frazione di Itala Marina, che presenta una sola navata e tre coppie di altari laterali più quello Maggiore; nella chiesa si conservano alcune importanti tele.
Il patrimonio artistico italese annovera anche un manufatto di grande interesse pubblico conservato nella Biblioteca di Itala Marina che, con oltre 11.000 volumi e soprattutto la sua importante collezione di libri del 600, 700 ed 800, rappresenta una insostituibile memoria storica.


Il corredo paesaggistico è armonioso intorno ai borghi. La passeggiata lungo il paese, permette inoltre di incontrare numerose fontane comunali, risalenti all’800.
Gli amanti dei percorsi naturalistici, possono raggiungere Monte Scuderi, una delle cime più alte dei Monti Peloritani a due passi dall’Etna, dalla quale si assiste ad uno scenario vario ed incomparabile, che domina la Sicilia e la Calabria. Un percorso d'interesse geologico e paesaggistico, che scopre la visione di stupendi affioramenti di gneis e filladi, rocce metamorfiche che offrono movimenti di colore e luce. Si accede al monte attraverso diversi percorsi: dalla frazione di Mannello, a Portella Salice per Culma Caravaggi o da portella Salice per Culma Lia. La cima del Monte, è percorribile anche attraverso il sentiero tracciato dal Club Alpino Italiano. Si può, ancora, raggiungere le aree attrezzate di Contrada Caravaggi e Contrada Mandrazza.
A Itala vi sono luoghi di ristoro ed una rinomata pasticceria in cui si preparano dolci tipici.
In un’antica casa patronale restaurata, il turista può ristorarsi e pernottare. Nella Strada provinciale per Itala, un antico palmento-frantoio, è stato trasformato in un gradevole ristorante; la Pro-Loco e la Cooperativa Sociale stanno attualmente organizzando la gestione di nuove strutture ricettive, nella formula bed & brekfast.
Durante l’anno, ad Itala si rinnova l’appuntamento con importanti manifestazioni:


- SAN GIACOMO
Si svolge nel mese di luglio una singolare processione in onore di San Giacomo, protettore dello specchio d’acqua di Itala e dei suoi pescatori. Caratteristico il corteo di barche che si snoda in testa nel tratto di mare antistante la Chiesa (una fiaccolata marina illumina il rientro delle barche sulla spiaggia), al termine della quale viene celebrata una messa solenne sull’arenile con la coreografia di variopinti fuochi pirotecnici.


- MADONNA DELLA LETTERA
I festeggiamenti in onore della Madonna della Lettera, Patrona di Itala, si svolgono la prima domenica d’agosto

.
-FESTA DELLA MONTAGNA (12-13 agosto)

durano due giorni i “festeggiamenti”per la montagna più leggendaria: nel mese di agosto si organizza un pernottamento in tenda ai piedi di Monte Scuderi. Sono previsti banchetti, gare podistiche, escursioni sulla vetta del monte, convegni e la celebrazione di una Santa Messa.


- SAGRA DEL PANE E DELLE CASTAGNE
le due manifestazioni si svolgono durante l’autunno e prevedono degustazione di prodotti derivanti dalla coltura locale e produzioni casalinghe di sott’olii e conserve.


- PRESEPE VIVENTE (ITALA MARINA E MANNELLO)

Si svolgono, durante il periodo natalizio, due importanti rappresentazioni folcloristiche della Natività: una prima presso Piazza Largo Fontana e locali contigui della Chiesa S.Giovanni ed una seconda, nei vicoli medievali di villaggio Mannello, a Itala Superiore; organizzate rispettivamente dal Gruppo Parrocchiale e dall’Associazione culturale Itala.
Le manifestazioni, verso le quali l’apprezzamento continua a crescere durante le varie edizioni, sono caratterizzate dalla bellezza dei costumi scenici e dalle affascinanti atmosfere degli antichi mestieri rappresentati.


- SEPOLCRO
Tra i più importanti appuntamenti pasquali di tutta la Sicilia jonica, il “Sepolcro”si appronta nella Chiesa Madre, a Itala Superiore, secondo un rituale particolarmente elaborato e scenografico: candele variopinte illuminano l’altare sul quale vengono disposti i “piatti” (germogli di grano intrecciato, lenticchie, fagioli e veccia)


- CARNEVALE ITALESE
Una tradizione che non conosce tempo e si rinnova, immutata, negli anni...Il giovedì grasso, alcuni cantori intonano stornelli lungo tutto il paese spingendo “a tarigghia”, una carriola con il fuoco acceso. Chi non accoglie gli stornelli e non offre loro vini e liquori, viene allegramente insultato con rime in vernacolo.


ALBERGHI E RISTORANTI


Albergo-Ristorante-Pizzeria “Le Giare”
Via S. Caterina 17 – 98025 Itala
www.legiare.org


Ristorante-Pizzeria “da Natale”
Specialità: pesce fresco e pasta fatta in casa
Via provinciale – 98025 Itala

Cocktail Bar
“Alta Marea”
Piazza Cuppari – 98025 Itala


Bar-Pasticceria- Sala Ricevimenti “Sala Ausilia”
Piazza De Gasperi – 98025 Itala

 


NOTIZIE UTILI


Superficie: 10.78 Kmq
Popolazione: 1.692 ab.
Quote: Itala Marina s.l.m. – Itala Superiore 210 metri s.l.m.
Denominazione abitanti: italesi
Altitudine: 210 m s.l.m.
Denominazione Abitanti: italesi
Santo Patrono: Madonna della Lettera
Frazioni: Marina di Itàla, Itàla centro, Casalello, Borgo, Mannello, Quartiere del Medico(anche detto Quartarello), Croce.
Comuni contigui
A nord: Messina; a nord-est: Scaletta Zanclea; a sud-ovest: Alì, Fiumedinisi; a sud: Alì Terme


Come raggiungerci:
Da Messina:
S.S. 114 A18 - uscita Messina Tremestieri, proseguire direzione Catania.
Da Catania:
A18, svincolo di Roccalumera proseguire in direzione Messina.      

 

 

NUMERI UTILI

Municipio Tel.+39.090.95.21.55
Pro Loco
Ufficio Turistico
Polizia Urbana Tel.+39.090.95.16.80
Protezione Civile Tel.+39.090.95.21.55
Assistenza Sociale Tel.+39.090.95.23.77

www.itala.org

© Copyright AREBBA